Calzoncelli con ripieno di castagne

L’arrivo delle castagne sulle nostre tavole decreta l’avvento prepotente dell’autunno. Le migliori “ottobrate” si accompagnano all’odore pungente delle caldarroste (impazzano le Sagre ‘dedicate’) e al sapore “tondo” dei dolci a base di castagne. I calzoncelli, ad esempio.

Due lavorazioni separate: la sfoglia e il ripieno. Per la prima, occorre impastare ed incorporare la farina (1 kg), lo zucchero (4 cucchiai), le uova intere (4), l’olio (poco meno di un bicchiere), la scorzetta di limone e la vaniglia in polvere. Ottenuto un composto liscio e compatto, “tirare” una sfoglia sottile, dalla quale ricavare – con un bicchiere rovesciato – dei tondi di pasta, su cui adagiare una “noce” di ripieno.

Quest’ultimo si prepara sciogliendo insieme, a fiamma molto bassa, cioccolato fondente (250 grammi), zucchero (150 grammi), ruhm (4 cucchiai), caffè (4 cucchiai), marmellata di pere (3 cucchiai) e trito di castagne bollite (450 grammi). Sistemata la farcia, coprire con un tondo di pasta intagliato nello stesso modo del “gemello” e poi “sigillare” con la classica rondella, con effetto “dentellato”. Friggere e poi cospargere di zucchero a velo e miele.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *