Festa in Condotta della Costa d’Amalfi

La Costiera Amalfitana presenta peculiarità paesaggistiche, storico-artistiche e architettoniche di inestimabile valore, e da sempre è stata uno dei maggiori poli di attrazione della Regione Campania, incantando viaggiatori provenienti da ogni angolo della Terra. Da secoli si è presentata come la location ideale per ospitare un turismo d’élite internazionale e per offrire al visitatore momenti culturali di spessore, in cui abbinare all’arte anche l’enogastronomia. Oggi viviamo nell’epoca della globalizzazione, in cui si assiste ad una uniformazione dei consumi, ma anche dei costumi.

A causa del timore di questa uniformità, si assiste alla tendenza di rafforzare il ruolo dei territori, attraverso la riscoperta e la valorizzazione di numerose tradizioni locali. Il progetto della Condotta Costa d’Amalfi vuole essere un tramite in questo contesto, per portare in auge alcune delle prelibatezze che hanno reso ancor più famosa la Costiera nel mondo: il vino, la colatura, i limoni, i latticini, la pasta e i numerosi prodotti del territorio. Il progetto nella sua prima edizione vuole essere un evento “nuovo”, un format mai visto finora in Costiera Amalfitana, per far provare ai visitatori un’esperienza olistica a 360 gradi che ruoti attorno al cibo, ma che ambisca a parlare di ambiente, arte, cultura, ovvero di buon vivere all’insegna di un concetto chiave che tutto dovrebbe accomunare: sostenibilità.

Protagonisti a Palazzo Mezzacapo, bene architettonico settecentesco maiorese di grande prestigio, vi saranno venti ristoranti selezionati sul territorio compreso tra i comuni che vanno prevalentemente da Cetara a Positano, le aziende vitivinicole della Costa d’Amalfi, i produttori con le loro specialità gastronomiche tradizionali, l’Associazione Pizzaioli Tramonti e la compartecipazione del Consorzio di Tutela Limone Costa d’Amalfi I.G.P e del Consorzio del vino Vita Salernum Vites.

Giovedì 21 Aprile 2016 a partire dalle ore 10:00 un convegno intitolato “Identità gastronomiche-La Costa d’Amalfi tra tradizione e futuro” inaugurerà il grande evento e vedrà la partecipazione di giornalisti di settore, esperti, scrittori, associazioni e gastronomi. A seguire si potrà prender parte ai Laboratori del Gusto sulla colatura di Cetara (Presidio Slow Food), sulla lavorazione dei latticini, sulle marmellate e confetture della Costiera, per vedere dal vivo come nasce un prodotto. Durante i Laboratori per i partecipanti vi sarà una degustazione di prodotti che determinerà il momento conclusivo della prima giornata.

Venerdì 22 Aprile invece tutto si svolgerà in serata alle ore 19:00 con una strepitosa degustazione curata dai ristoranti, pasticcerie e con la presenza dei produttori di salumi, limoni, formaggi, birre artigianali, liquori e altre specialità della Costiera Amalfitana, per avere così l’occasione di conoscere ancora meglio questo straordinario territorio. Un biglietto d’ingresso del costo di 20 euro comprensivo di sacca e bicchiere per il vino darà diritto a partecipare alle degustazioni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *