“Meaculpa”, il peccato di gola da vizio a virtù

In una zona “insospettabile” della città di Salerno, una traversa di Lungomare Colombo (Via Lucania) che raccorda di fatto il litorale con Largo Prato di Pastena, si fanno luce le vetrate del RistoPub “Meaculpa”, tappa gastronomica che non deve mancare nel diario di viaggio degli amanti del cibo. Qui si pecca di gusto, come recita una scritta che accompagna il brand. E ciò accade con la complicità dello sguardo, perchè l’impatto visivo è vincente sia per i piatti, molto curati negli accostamenti cromatici e nella presentazione, sia per il locale stesso, dove il predominio del bianco è attenuato dal nero e dal legno, a tutto vantaggio di “un’eleganza informale” molto accogliente cui contribuisce anche un design accattivante.

Completano il quadro la cortesia dello staff e, ovviamente, il livello della cucina: noi abbiamo “testato”, soprattutto, un eccezionale risotto zucchine e gamberi, mantecato alla perfezione, tanto da risultare morbido e avvolgente al palato; e un salmone in crosta di noci e pistacchi, saporito il giusto (la crosta determina un contrasto di sapidità molto efficace) e tenerissimo. A “sostegno” del salmone, un mix di verdure grigliate molto “spiritoso”. Per chiudere, un tortino al cioccolato soffice e dolcissimo.

Al Meaculpa, anche i piatti semplici hanno un loro “perchè”, a testimonianza di una versatilità che si presta sia al pasto veloce (magari con un ottimo panino) che alla cena “impegnativa”, tipica del fine settimana. Non a caso, il menù è vasto e articolato e spazia fra mare e terra, bilanciando proposte più “fast” con abbinamenti più ricercati. Non mancano le contaminazioni con altre culture gastronomiche, visto che – di tanto in tanto – vengono organizzate serate a tema spagnolo e americano.

https://www.facebook.com/meaculparistopubpeccaredigusto/

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *