Pan Rustico e cacioricotta “incantano” SdP

I formaggi hanno confermato il loro ruolo centrale nell’alimentazione mediterranea, croce e delizia dei tanti che sono accorsi – Sabato 12 Marzo 2016 – da StoriediPane per il laboratorio “dedicato”. Come promesso, si è partiti con una ricetta, quella da portare a casa oltre che da degustare assieme ai formaggi protagonisti. Ecco che dal Pan Rustico, sotto la guida di Luca Baldi, responsabile del settore salumeria di StoriediPane, affiancato da Ludovico Romito ed Antonio Maiese dello staff, alla presenza del patron dello store Paolo De Simone, si è passati a celebrare intense ed imperdibili produzioni casearie italiane. Ma a rapire è stato il cacioricotta cilentano, sarà perchè ha giocato in casa ed anche per il talento e la passione della produttrice Maria Carmela Di Feo dell’Azienda Agricola L’Arenaro di Casalvelino (SA).

“La caratteristica del formaggio di capra ed in particolare del cacioricotta è che si presta molto bene a delle pietanze a base di ripieni tipici del territorio. Mi piace divertirmi ad aromatizzarlo – racconta Di Feo – con erbe aromatiche tipiche del Cilento oppure con pistacchi di Bronte, pomodori secchi, uvetta passita, zafferano e pepe nero, la stagionatura varia da pochi giorni a qualche mese per quanto concerne quello a latte crudo”.

LA RICETTA di Anella Santoro (Pan Rustico)

Ingredienti: 300 gr di farina manitoba, 300 gr di farina 00, 10 gr di sale, 10 gr di zucchero, 50 gr di olio, 1 uovo intero, 250 ml di latte, 20 gr di lievito di birra, 100 gr di noci, 200 gr formaggio Ortler, 200 gr formaggio cacioricotta cilentano, 200 gr Caciocavallo Silano.

Procedimento: Lavorate insieme la farina con il latte e l’uovo, il sale, l’olio, lo zucchero ed il lievito. Una volta che l’impasto si è amalgamato bene, dividetelo in due parti, in una aggiungete le noci mentre nell’altra i tre formaggi, tagliati in precedenza a cubetti. Lavorateli bene e poi formate due filoni, il più possibile simili nella lunghezza. Iniziate ad intrecciarli fissando bene i due capi. Imburrate e infarinate una teglia su cui mettete la treccia, coprite e fate lievitare per circa due ore. In questo lasso di tempo, il composto raddoppierà di misura. Infornate in forno caldo per 35 minuti circa. I primi 10 minuti a 200 gradi, poi abbassate il forno a 180 gradi e lasciate cuocere per i restanti 25 minuti.

https://www.facebook.com/StoriediPane-477420975770701/

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *