“Terre del Falerno” affascina gli inglesi

Le Terre del Falerno hanno rappresentato una delle grandi novità che la Campania ha proposto alla Word Travel Market di Londra, probabilmente la più importante fiera del turismo a livello mondiale. L’associazione ha presentato il tour “Rows of History” (Filari di Storia), affascinante itinerario enoculturale che si snoda tra la straordinaria archeologia di un territorio unico, quello attraversato dal Monte Massico, e le sopravvivenze produttive costituite dalle attuali cantine del Falerno del Massico DOP, erede di quel Falerno che fu il vino più celebre dell’antica Roma repubblicana e imperiale.

L’enogastronomia dell’Ager Falernus, patria di antesignani concetti di “denominazione geografica protetta e garantita” e di “certificazione di qualità” delle produzioni”, è stata quindi scelta dal Settore Turismo della Regione, insieme a Capri, Pompei e gli altri grandi attrattori culturali, quale testimone dell’eccellenza campana da proporre negli spazi espositivi e degustativi dello stand Campania posizionato nell’area “Italia” dell’Enit alla WTM.

Le etichette delle aziende Vitis Aurunca, Bianchini Rossetti e Tenute Bianchino, i formaggi del caseificio La Salicella, l’olio evo del Frantoio De Ruosi sono stati degustati anche nel corso della conferenza stampa internazionale, presenziata dall’Assessore Regionale Corrado Matera. Grande successo ha ottenuto la dolciaria di Dario Saltarelli, che ha proposto panettoni tradizionali con canditure ottenute da prodotti Dop della zona come la mela annurca. Livelli di sperimentazione molto alti anche per l’Antica Distilleria Petrone di Mondragone, produttrice del liquore Guappa al latte di bufala. La Presidente dell’associazione Terre del Falerno, Maria Zampi, ha espresso forte soddisfazione visto il numero di operatori turistici internazionali affascinati dal brand “Falerno”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *