Un progetto per salvaguardare gli antichi semi del Cilento

“Dobbiamo riprenderci il diritto di conservare i semi e la biodiversità. Il diritto al nutrimento e al cibo sano. Il diritto di proteggere la terra e le sue diverse specie”. Questo aforisma di Vandana Shiva, attivista e ambientalista indiana, riassume efficacemente l’anima del progetto “Piantala!” e la sua forte valenza sociale, culturale, ambientale e territoriale.

L’idea progettuale nasce con l’obiettivo di valorizzare, salvaguardare, promuovere, condividere e diffondere in modo smart e innovativo la biodiversità degli antichi semi di un territorio unico e ricco di fascino, il Cilento, e delle aree rurali in cui queste piccole e preziose fonti di vita trovano il loro terroir. Il progetto consiste nella realizzazione di kit per la coltivazione indoor di antichi semi del Cilento, distribuiti alla comunità locale e ai viaggiatori presso i principali punti di interesse del territorio.

La particolarità di “Piantala!” risiede nel fatto che ogni kit sarà associato ad un codice QR che permette al possessore di geolocalizzare i semi piantati, ovvero registrarne in rete la posizione geografica grazie alla Seed Map, piattaforma e mappa interattiva delle sementi che sarà sviluppata nell’ambito del progetto. Attraverso la piattaforma, gli utenti potranno caricare e condividere con il web contenuti multimediali legati alla vita della piantina stessa: immagini e suggerimenti che confluiscono in una vera e propria Seed Community.

Ulteriore valore aggiunto sarà, poi, apportato dalla diffusione e dalla condivisione di video di breve durata dal forte contenuto emozionale ed esperienziale che saranno realizzati coinvolgendo i giovani contadini che svolgono azioni di recupero di semi antichi secondo metodi di coltivazione ecosostenibili.

https://community-fund-italia.aviva.com/voting/progetto/schedaprogetto/16-876

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

sedici + sedici =