Nocciola e Cinghiale, tradizione di Gaiano

Dal 30 Agosto al 2 Settembre 2018 torna a Gaiano (SA) la “Sagra della Nocciola e del Cinghiale”, arrivata alla sua 34a edizione. I piatti tipici della tradizione culinaria gaianese spesso hanno come leitmotiv la carne di cinghiale. Il motivo è da ricercare nell’antica tradizione venatoria che contraddistingue il paese, arroccato alle falde dei monti Picentini.

Fra le pietanze, spicca lo spezzatino “Trescito”: carne di cinghiale marinata per almeno 12 ore nel vino, poi rosolata in olio extra vergine di oliva con l’aggiunta di un trito composto da sedano, carota e cipolla; dopo la rosolatura si aggiunge vino, pomodoro e aromi e si cuoce per circa due ore, infine viene servito in un tegame di terracotta ed una fetta di pane grosso (‘o Paniell’).

Da non trascurare i fusilli al tegamino conditi con ragù di carne di cinghiale soffritta con olio e lardo, tirata al vino rosso con l’aggiunta di pomodoro e fatta cuocere per circa 5 ore. Il piatto è presentato in un tegame di terracotta con una foglia di basilico fresca. Il quadro si completa con i golosi dolci a base di nocciola, cotti tradizionalmente nel forno a legna dalle massaie del paese.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

tredici + 20 =