Una manciata di mandorle al giorno contro il colesterolo

Per tutte quelle persone normopeso che hanno elevati livelli di colesterolo cattivo (LDL) arriva una buona notizia dal mondo della scienza: il consumo regolare di mandorle come snack è utilissimo per spazzare via il colesterolo LDL dalle arterie, riducendo così il rischio di sviluppare malattie cardiovascolari. Una recentissima ricerca dimostra infatti l’effetto positivo diretto delle mandorle sul colesterolo HDL (il cosiddetto colesterolo buono perché capace di ridurre i depositi di grassi che si accumulano nelle arterie).

Le mandorle, non pelate e non salate, agiscono migliorando la capacità “spazzina” delle HDL, proteine benefiche che rimuovono il colesterolo dalla periferia (in particolare le arterie), risultando in un effetto protettivo sull’aterosclerosi. Nello studio sono stati messi a confronto 2 gruppi di uomini e donne (in parte normopeso, in parte sovrappeso ed obesi) con colesterolemia LDL elevata, che seguivano una dieta a basso contenuto lipidico. A ciascun gruppo è stato assegnato un tipo di fuoripasto quotidiano: 43 grammi di mandorle, oppure un dolcetto alla banana da 106 grammi. I due snack erano equivalenti dal punto di vista calorico e di composizione in nutrienti. Mandorle o dolcetto sono stati assunti per 6 settimane, dopo le quali, secondo un protocollo cross-over, al gruppo che aveva assunto mandorle è stato assegnato il dolcetto e viceversa.

Al termine dello studio si è visto che, nel periodo di assunzione delle mandorle come spezzafame, la qualità delle HDL era migliorata rispetto a quanto era accaduto con il dolce alla banana. Come risultato si aveva una più efficiente rimozione del colesterolo dai macrofagi (le cellule che tendono ad accumularlo nelle arterie, se in eccesso), misurato in un sistema sperimentale ex-vivo. Questo confortante risultato è stato rilevato soltanto nei soggetti (uomini e donne) normopeso (con Indice di Massa Corporea minore di 25) e non nei soggetti sovrappeso o obesi. Ricordiamo che le mandorle sono una fonte preziosa di nutrienti perché ricche di vitamine (in particolare E e gruppo B), e minerali come il magnesio ed il potassio, che contribuiscono alla normale funzione muscolare e alla riduzione di stanchezza ed affaticamento. Sono inoltre ricche di antiossidanti, utili per contrastare l’invecchiamento cellulare e contengono fibre, benefiche per il corretto transito intestinale.

Conclusione: sostituire uno snack ricco di carboidrati con delle mandorle può essere una semplice strategia da accompagnare ad uno stile di vita sano, per mantenere buoni livelli circolanti di colesterolo pulitore delle arterie, riducendo così il rischio cardiovascolare.

a cura della dssa Gabriella Siciliano

Approfondimento: Berryman CE, Fleming JA, Kris-Etherton PM. J Nutr. 2017 Jun 14. pii: jn245126. doi: 10.3945/jn.116.245126.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

13 − 3 =